INPS: istruzioni per la liquidazione della QU.I.R

L’INPS, con la circolare n.82 del 23 aprile 2015, ha fornito le istruzioni operative per la liquidazione della quota integrativa della retribuzione (Qu.I.R.). Possono richiederla, a partire dal periodo di paga di maggio 2015, tutti i lavoratori dipendenti dal medesimo datore di lavoro del settore privato, con rapporto di lavoro subordinato da almeno sei mesi, per i quali trova applicazione l’istituto del TFR. La possibilità contempla anche i dipendenti che hanno aderito, sulla base di modalità tacite o esplicite, alle forme pensionistiche complementari ovvero coloro il cui TFR è versato al Fondo di Tesoreria. I 6 mesi devono essere continuativi; i casi di sospensione diversi da quelli previsti dall’art. 2110 c.c. (infortunio, malattia, gravidanza e puerperio), che non prevedono la maturazione del TFR, non rilevano ai fini dell’anzianità di servizio utile per la maturazione del diritto alla liquidazione della QU.I.R. I lavoratori aventi diritto sono tenuti a presentare al datore di lavoro apposita istanza di accesso, predisposta secondo il modello allegato al Dpcm, debitamente compilata e sottoscritta. Durante tutto il periodo di operatività della Qu.I.R. la scelta del lavoratore è irrevocabile.


Partecipa alla discussione sul forum.