INAIL: la transazione dei premi omessi


L’INAIL, con la circolare n. 8/2010, apre alla transazione fiscale dei premi non versati. Le imprese soggette alle norme sul fallimento possono concordare con l’istituto di appartenenza il pagamento dei debiti per premi omessi e accessori in massimo 60 rate mensili, maggiorate degli interessi legali. Per accedere alla rateazione è necessario presentare una proposta di accordo all’agente incaricato della riscossione e alla sede INAIL, corredata da una relazione di un revisore contabile sulla veridicità dei dati e sulla fattibilità del piano dell’impresa. La procedura è soggetta a condizioni; i soggetti interessati devono dimostrare il possesso congiunto dei seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi precedenti la data di deposito dell’istanza di fallimento o dall’inizio attività, un attivo patrimoniale complessivo non superiore a 300 mila euro; aver realizzato, sempre nello stesso periodo, ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo non superiore a 200 mila euro; avere un ammontare di debiti anche non scaduti non superiori a 500 mila euro.


Partecipa alla discussione sul forum.