Imu e Tasi: chiamata in acconto


Giovedì 16 giugno è l’ultimo giorno utile per pagare, senza sanzioni e interessi, la prima rata dell’Imu e della Tasi per il 2016, la cui determinazione deve avvenire in base alle aliquote e alle detrazioni in vigore per l’anno 2015. Tra le novità l’esclusione dalla Tasi dell’abitazione principale, tranne nei casi in cui la stessa risulti accatastata in una delle categorie A/1, A/8 e A/9.  La Tasi non è più dovuta neanche dall’occupante (inquilino o comodatario) in riferimento all’immobile preso in affitto o ricevuto in uso gratuito e destinato a propria abitazione principale. Per tale unità, l’imposta è dovuta solo dal possessore nella misura percentuale (tra il 70 e il 90%) stabilita dal regolamento comunale per l’anno 2015 oppure, in assenza di specifica disposizione, nella misura del 90%.

 


Partecipa alla discussione sul forum.