IMU e TASI: attenzione alla doppia residenza


L’esonero dalla TASI accordato a partire dal corrente anno per le abitazioni principali (ad eccezione delle case di lusso categorie A/1, A/8 e A/9), impone di definire il concetto di abitazione principale, specie se si verifica lo sdoppiamento della residenza dei coniugi. La norma sull’IMU, estensibile alla TASI, contempla l’ipotesi dei componenti del nucleo familiare distribuiti in due immobili situati nello stesso comune: in questo caso l’esonero spetta solo a una delle due abitazioni. La norma non disciplina, invece, il caso del nucleo familiare con residenza in immobili ubicati in comuni diversi. Secondo l’interpretazione ministeriale (circolare n. 3/2012 e Faq 20 gennaio 2014) in tal caso i benefici si raddoppiano, quindi l’esonero scatta per entrambi gli immobili.


Partecipa alla discussione sul forum.