Imposte: la compensazione dei crediti

E’ di prossima emanazione il decreto del ministro dell’Economia con le regole in tema di compensazione di crediti con somme dovute in base al contenzioso con il Fisco. Si deve trattare di “crediti certificati”, non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati al 31 dicembre 2012 nei confronti dello Stato, degli enti pubblici nazionali, delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano, degli enti locali e degli enti del Servizio sanitario nazionale, per somministrazioni, forniture e appalti e prestazioni professionali. Le imprese e i professionisti titolari di detti crediti potranno chiedere di usarli crediti per effettuare il pagamento di debiti da accertamento tributario. La compensazione avviene esclusivamente attraverso il modello F24 telematico.


Partecipa alla discussione sul forum.