Imposte e tasse: per le agevolazioni Imu e Tasi vale la data del contratto


Ai fini delle agevolazioni Imu e Tasi, per il contratto di comodato d’uso verbale non conta la data di registrazione, ma quella di conclusione del contratto. Pertanto, la riduzione al 50% della base imponibile Imu e Tasi in caso di concessione in comodato di un immobile a un parente in linea retta entro il primo grado, che lo utilizzi come abitazione principale, decorre dal 1° gennaio 2016 a prescindere dalla data di registrazione del contratto verbale. È questa la risposta che ha fornito il dipartimento delle finanze del ministero dell’economia, con la nota 8876 dell’8 aprile 2016, a un quesito inviato dalla Confedilizia.


Partecipa alla discussione sul forum.