Imposta sulle transazioni finanziarie: gli Stati senza accordo per scambio informativo


L’Agenzia delle Entrate, in relazione alla nuova imposta sulle transazioni finanziarie entrata in vigore il 1° marzo, individua per esclusione gli Stati e i territori con i quali non sono in vigore accordi per lo scambio d’informazioni e per l’assistenza al recupero crediti. Gli Stati o territori con i quali non sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni e per l’assistenza al recupero crediti sono gli Stati diversi da quelli indicati nel seguente elenco: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.


Partecipa alla discussione sul forum.