Imposta di bollo virtuale: la dichiarazione di conguaglio tardiva sconta la sanzione ridotta


In tema di imposta di bollo virtuale, il Dl n.158/2015, ha apportato alcune modifiche riguardo il sistema sanzionatorio. Sono state convertite in euro le sanzioni per l’inosservanza degli obblighi stabiliti dall’art.19 per arbitri, funzionari e pubblici ufficiali (sanzione amministrativa da 100 a 200 euro, di cui all’art.24, co.1, DPR 642/1972) ed è stata introdotta una sanzione ridotta del 50% in caso di tardiva presentazione della dichiarazione di conguaglio (di cui all’art.15 relativo al bollo virtuale), se presentata con un ritardo non superiore a 30 gg. Le variazioni entreranno in vigore dal 1° gennaio 2017, anche se la Legge di Stabilità 2016 prevede che vengano anticipate al 1° gennaio 2016, al fine di garantire una maggior coerenza dell’impianto sanzionatorio.


Partecipa alla discussione sul forum.