Immobili: detraibilità spese box auto con meno vincoli

di Angelo Facchini

Pubblicato il 21 novembre 2016



Ok alla detraibilità delle spese di costruzione del box auto sostenute prima del preliminare di acquisto o del rogito e non pagate tramite bonifico bancario. Il chiarimento è contenuto nella circolare n. 43/E dello scorso 18 novembre. La condizione è che si esibisca, oltre alla apposita certificazione circa il costo di realizzo del box, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio rilasciata dal venditore che attesti che i corrispettivi accreditati a suo favore sono stati inclusi nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del reddito del percipiente. Sono inoltre compresi, anche i “pagamenti effettuati prima ancora dell’atto notarile o in assenza di un preliminare d’acquisto registrato che indichino il vincolo pertinenziale, ma a condizione che tale vincolo risulti costituito e riportato nel contratto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione”.