Il trattamento IVA degli scambi di premi fedeltà

Emanata una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, la n. 101/E del 26 novembre 2012, in cui, in risposta ad un interpello posto da una società in merito al trattamento IVA dello scambio di punti per premi di fedeltà tra società partner, ha chiarito che tale scambio è esente IVA e sconta l’imposta sostitutiva del 20%. I bollini utilizzati per il trasferimento dei punti da un’azienda all’altra, per essere successivamente assegnati ai clienti, non si possono considerare titoli rappresentativi di merci.


Partecipa alla discussione sul forum.