Il superbollo automobilistico esenta le auto storiche


Il decreto “salva Italia” ha introdotto un superbollo per le auto che hanno potenza effettiva superiore a 185 kw. La tassazione è progressiva in base all’età del veicolo: secondo un’interpretazione dell’articolo 16, comma 15-ter del decreto, l’addizionale erariale si riduce del 60, 30, 15% rispettivamente dopo 5, 10, 15 anni dalla data di costruzione del veicolo. Trascorsi 20 non è più dovuta. Il pagamento del superbollo avviene alla data di scadenza del bollo ordinario, ma non cumulato a quest’ultimo; si versa con un modello F24 “versamenti con elementi identificativi”, dove vi è l’apposito riquadro per riportare il numero di targa.


Partecipa alla discussione sul forum.