Il redditometro presentato ieri dall’Agenzia delle entrate


Il redditometro presentato ieri dall’Agenzia delle entrate rappresenterà il punto di partenza di una manovra più articolata chiamata “accertamento”.  Servirà a selezionare le posizioni ritenute a rischio da sottoporre poi a controlli. All’accertamento vero e proprio ci penserà un nuovo software allo studio dell’Amministrazione finanziaria. La selezione avverrà attraverso circa 100 voci di spesa organizzate in sette categorie. Tra le voci si segnalano anche l’acquisto di elettrodomestici, gli abbonamenti alla pay-tv, il gioco online e i preziosi. Per l’attribuzione al contribuente del reddito presumibile, le spese verranno pesate a seconda della tipologia di famiglia, articolate in 5 aree territoriali. Selezionate le posizioni a rischio, gli uffici fiscali avvieranno il contraddittorio con i contribuenti, prima con una forma snella piuttosto che con un vero e proprio invito a presentarsi all’ufficio a dare spiegazioni. Saranno richiesti i dati sulla ricchezza mobiliare non registrata e quelli relativi al risparmio che il fisco non possiede. 


Partecipa alla discussione sul forum.

Il redditometro presentato ieri dall’Agenzia delle entrate


Il redditometro presentato ieri dall’Agenzia delle entrate rappresenterà il punto di partenza di una manovra più articolata chiamata “accertamento”.  Servirà a selezionare le posizioni ritenute a rischio da sottoporre poi a controlli. All’accertamento vero e proprio ci penserà un nuovo software allo studio dell’Amministrazione finanziaria. La selezione avverrà attraverso circa 100 voci di spesa organizzate in sette categorie. Tra le voci si segnalano anche l’acquisto di elettrodomestici, gli abbonamenti alla pay-tv, il gioco online e i preziosi. Per l’attribuzione al contribuente del reddito presumibile, le spese verranno pesate a seconda della tipologia di famiglia, articolate in 5 aree territoriali. Selezionate le posizioni a rischio, gli uffici fiscali avvieranno il contraddittorio con i contribuenti, prima con una forma snella piuttosto che con un vero e proprio invito a presentarsi all’ufficio a dare spiegazioni. Saranno richiesti i dati sulla ricchezza mobiliare non registrata e quelli relativi al risparmio che il fisco non possiede. 


Partecipa alla discussione sul forum.