Il “monofase” per libri, giornali, cataloghi

Dal 1° gennaio 2014 sono cambiate le regole che disciplinano il regime IVA semplificato, riservato al commercio dei prodotti editoriali, chiamato più semplicemente “monofase”. Il sistema prevede un solo contribuente ai fini del pagamento del tributo: l’editore. Il calcolo dell’imposta varia: può essere effettuato sulle copie effettivamente vendute o in base a una forfetizzazione in diminuzione della “resa” dei giornali o volumi non smerciati e rimasti in edicola o in libreria. Con il “monofase” non c’è né rivalsa né detrazione. E’, comunque, detraibile l’imposta sugli acquisti di beni e servizi relativi alla commercializzazione dei prodotti editoriali, anche se tali operazioni non sono soggette a IVA.


Partecipa alla discussione sul forum.