Il Ministero ha diffuso il vademecum sulla riforma del lavoro


La lettera circolare del 22 aprile 2013 del MLPS vuole essere un vademecum sulla riforma del lavoro. Includendo gli orientamenti interpretativi condivisi con il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, individuati durante l’incontro del 7 e 8 febbraio scorso, sono dati chiarimenti sul contratto a tempo determinato, sul contratto intermittente, il lavoro accessorio, il contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto e la responsabilità solidale negli appalti. Più nel dettaglio, rispettivamente riguardo le tipologie prima indicate, è stato chiarito che il rapporto di lavoro è da ricercarsi all’interno del contratto subordinato a tempo determinato, per il contratto intermittente sono importanti gli intervalli di tempo e si definiscono le sanzioni, le prestazioni di lavoro occasionale e accessorio possono essere retribuite attraverso voucher per il cui utilizzo non è necessario specificare la natura del rapporto lavorativo, una collaborazione a progetto è tale se: la descrizione del progetto è connessa a un risultato finale dimostrabile; la specificità, la compiutezza, l’autonomia e la predeterminatezza sono attesi dal progetto. La mancata inclusione della responsabilità solidale sembrerebbe riguardare i trattamenti retributivi e non le obbligazioni previdenziali e assicurative di natura pubblicistica maturate nei confronti degli Istituti. La norma della responsabilità solidale trova applicazione in riferimento ai lavoratori autonomi, ma non nel settore pubblico.


Partecipa alla discussione sul forum.