IL MAXIEMENDAMENTO: salta la proroga per la detrazione del 55%

Nel maxiemendamento, per cui sono stanziati 5,5 miliardi di euro, non viene prorogata la detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici. In tema di lotta all’evasione far pace con il fisco costerà di più. Tutte le riduzioni oggi previste, come quella di un quarto del minimo per gli accertamenti con adesione o l’acquiescenza, dal 1° gennaio 2011 passeranno a un terzo. Sarà meno conveniente il ravvedimento operoso per chi paga o presenta in ritardo le dichiarazioni dei redditi. Sono confermati 1,5 miliardi per gli ammortizzatori sociali di cui un miliardo da destinare alla concessione della cassa integrazione guadagni anche con riferimento a settori produttivi e ad aree regionali, così come alla cassa integrazione e alla mobilità in deroga. Previste: la proroga della mobilità per lavoratori sprovvisti come agenzie di viaggio e imprese di vigilanza; la proroga del trattamento di integrazione salariale per i contratti di solidarietà e il differimento per il 2011 della possibilità di utilizzare i lavoratori che percepiscono misure a sostegno del reddito per progetti di formazione e riqualificazione; confermata la detassazione dei salari di produttività per redditi fino a 40 mila euro.


Partecipa alla discussione sul forum.