Il 36% viaggia in autodichiarazione


L’Agenzia delle entrate, con provvedimento dello scorso 2 novembre,  individua i documenti che il contribuente deve conservare per beneficiare della detrazione del 36% sulle ristrutturazioni iniziate dal 14 maggio 2011, cioè da quando non è più necessario inviare la comunicazione al Centro operativo di Pescara. Se non è necessario presentare un domanda al comune per eseguire gli interventi agevolabili, la data di inizio dei lavori deve essere “fissata” tramite una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà sottoscritta dal contribuente. Nell’autodichiarazione deve essere indicata la data di inizio dei lavori e la specifica che le spese sostenute sono agevolabili al 36%, anche se non è necessario alcun titolo abilitativo.


Partecipa alla discussione sul forum.

Il 36% viaggia in autodichiarazione


L’Agenzia delle entrate, con provvedimento dello scorso 2 novembre,  individua i documenti che il contribuente deve conservare per beneficiare della detrazione del 36% sulle ristrutturazioni iniziate dal 14 maggio 2011, cioè da quando non è più necessario inviare la comunicazione al Centro operativo di Pescara. Se non è necessario presentare un domanda al comune per eseguire gli interventi agevolabili, la data di inizio dei lavori deve essere “fissata” tramite una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà sottoscritta dal contribuente. Nell’autodichiarazione deve essere indicata la data di inizio dei lavori e la specifica che le spese sostenute sono agevolabili al 36%, anche se non è necessario alcun titolo abilitativo.


Partecipa alla discussione sul forum.