I benefici fiscali della legge Visco sui beni strumentali

La Corte di Cassazione (sentenza n. 650 del 18 gennaio 2012) chiarisce che i benefici fiscali proposti dalla legge 133/99 (cd. legge Visco) possono essere goduti dalla società, a partire dall’esercizio in cui il bene è diventato ammortizzabile. Secondo i giudici: “l’investimento, ai fini di detta agevolazione, si computa nell’esercizio a partire dal quale il bene diventa ammortizzabile ai sensi dell’art. 67, primo comma del TUIR, in quanto la semplice scelta contrattuale di frazionare il pagamento del prezzo in ratei parziali e anticipati, correlati agli stati di avanzamento lavori, non implica di per sé che le somme corrisposte e i reciproci costi per l’effetto sostenuti siano da considerare imputabili per competenza al periodo d’imposta dell’avvenuto pagamento”.


Partecipa alla discussione sul forum.