Governo Renzi: la riforma del “Jobs act”

Ecco cosa prevede il  piano “Jobs act”. La riforma pone i suoi fondamenti su un decreto legge e un ddl delega. Il primo contiene provvedimenti in materia di flessibilità in entrata, interessando i contratti a termine con l’abolizione dello “stop and go” e l’aumento della durata dell’acausalità da 12 mesi a 36 mesi, e la semplificazione dell’apprendistato; il secondo si articola in cinque provvedimenti che riguardano: la riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per l’impiego per la semplificazione degli atti e le procedure amministrative legate ai contratti di lavoro, della scrittura di un codice unico del lavoro, del rafforzamento delle tutele per maternità e le politiche di conciliazione.


Partecipa alla discussione sul forum.