Gli interpelli per le società in perdita sistemica


L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 81/E del 27 luglio, ha chiarito che sono considerate tempestive le istanze di interpello presentate il 3 luglio 2012 dalle società in perdita sistematica, soggette alla nuova disciplina contenuta nel Dl n.138/2011. Le società in perdita sistematica, disciplinate dall’art. 2, commi da 36-decies a 36-duodecies, del Dl n.138/2011, al fine di chiedere la disapplicazione della disciplina antielusiva hanno obbligo di presentare apposita istanza di interpello ai sensi dell’art. 37-bis, comma 8, del Dpr n. 600/1973 almeno 90 gg. giorni prima della scadenza del termine ordinario di presentazione della dichiarazione dei redditi. Per il 2011, i contribuenti IRES con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare devono presentare la dichiarazione dei redditi entro il 1° ottobre prossimo, in quanto il termine ordinario del 30 settembre cade di domenica. E’ sorto, pertanto, il dubbio se calcolare il termine di scadenza con riferimento alla data ordinaria del 30 settembre ovvero a quella legalmente prorogata del 1° ottobre 2012. La risoluzione ha confermato che lo slittamento del termine finale di presentazione della dichiarazione dei redditi, a partire dal quale calcolare il termine di presentazione dell’istanza di interpello in argomento, produce effetti anche su quest’ultimo che, di conseguenza, deve essere calcolato facendo riferimento al 1° ottobre.


Partecipa alla discussione sul forum.