Gli avvisi bonari dovranno pervenire ai contribuenti entro l’anno successivo


Modello Unico: gli avvisi bonari inviati dal fisco ai contribuenti dovranno pervenire entro l’anno successivo. In atto, invece, si assiste a notifiche che oltrepassano di molto l’anno, per cui il contribuente, nell’anno in corso, non può tenere conto dei crediti d’imposta riconosciuti dall’Amministrazione finanziaria in sede di controllo ai sensi dell’art. 36 bis del D.P.R. n. 600/1973. Per evitare tali inconvenienze, viene adesso ipotizzato lo “sveltimento” dell’invio delle comunicazioni inerenti alle irregolarità dei dati delle dichiarazioni. In particolare, le comunicazioni dovrebbero arrivare ai cittadini prima della compilazione della successiva dichiarazione. Così facendo, si eviterà il perpetuarsi degli errori da un anno all’altro.


Partecipa alla discussione sul forum.

Gli avvisi bonari dovranno pervenire ai contribuenti entro l’anno successivo


Modello Unico: gli avvisi bonari inviati dal fisco ai contribuenti dovranno pervenire entro l’anno successivo. In atto, invece, si assiste a notifiche che oltrepassano di molto l’anno, per cui il contribuente, nell’anno in corso, non può tenere conto dei crediti d’imposta riconosciuti dall’Amministrazione finanziaria in sede di controllo ai sensi dell’art. 36 bis del D.P.R. n. 600/1973. Per evitare tali inconvenienze, viene adesso ipotizzato lo “sveltimento” dell’invio delle comunicazioni inerenti alle irregolarità dei dati delle dichiarazioni. In particolare, le comunicazioni dovrebbero arrivare ai cittadini prima della compilazione della successiva dichiarazione. Così facendo, si eviterà il perpetuarsi degli errori da un anno all’altro.


Partecipa alla discussione sul forum.