GLI ACCONTI DI IMPOSTA 2008


Il 1° dicembre scade il termine per versare il secondo acconto imposta sui redditi 2008 (il 30 novembre è festivo). Contribuenti e commercialisti devono fare i conti con la persistente crisi generalizzata, che colpisce tutti i settori, e le novità 2008. La tendenza è l’autoriduzione dell’acconto, anche se l’operazione non è esente da rischi. Un eventuale errore può portare alla sanzione del 30% dell’omesso importo. Necessario, quindi, preparare un bilancio previsionale ed applicare le novità 2008. Il primo elemento da tener conto è la diminuzione dell’Ires al 27,50%; poi la deducibilità condizionata degli interessi passivi: fino a concorrenza degli interessi attivi e nel limite del 30% della differenza ricavi/costi, al lordo di ammortamenti e canoni leasing, per il 2008 aumentata di 10mila euro. Ed ancora, eliminazione degli ammortamenti anticipati e accelerati, nonché delle deduzioni extracontabili.


Partecipa alla discussione sul forum.