Fisco: per l’auto condivisa esenzione Irpef


Il rimborso delle spese per il car sharing a favore dei dipendenti in trasferta nel territorio comunale, se documentate, non è assoggettato a imposta sui redditi. Il chiarimento è stato dato dall’Agenzia delle Entrate nella risoluzione 83/E del 28 settembre 2016. E’ necessario che nella fattura emessa dalla società di car sharing nei confronti del dipendente sia individuato il destinatario della prestazione, il percorso effettuato, con indicazione del luogo di partenza e luogo di arrivo, la distanza percorsa nonché la durata e l’importo dovuto. Tali informazioni risultano idonee ad attestare l’effettivo spostamento dalla sede di lavoro e l’utilizzo del servizio da parte del dipendente.

 

 


Partecipa alla discussione sul forum.