FINANZIARIA 2008: chiarimenti sui minimi – beni ammortizzabili

di Redazione

Pubblicato il 30 gennaio 2008

Sui beni ammortizzabili, in caso di donazione, contano gli acquisti effettuati dal donante negli ultimi tre anni, vale la regola del 50% in caso di uso promiscuo, non rileva il valore dell’Iva se non è stata detratta. I beni leasing prendono a riferimento il valore del canone corrisposto nel triennio precedente. Un’eventuale cessione dei beni acquistati nel periodo 2005-2007 non rileva ai fini del calcolo dei 15mila euro, è altresì irrilevante l’utilizzo di beni in comodato d’uso, e l’avviamento commerciale corrisposto. La rettifica dell’Iva va effettuata anche per i beni di valore inferiore a 516,46 euro e per i beni il cui coefficiente di ammortamento è superiore al 25%, non ancora entrati in funzione al passaggio nel regime dei minimi.