Fattura elettronica: le notifiche di scarto

di Angelo Facchini

Pubblicato il 3 agosto 2018

La trasmissione delle fatture elettroniche viene effettuato al Sistema di Interscambio che provvede ad effettuare controlli di tipo formale e successivamente ad inoltrare le fatture elettroniche al cessionario o committente. Nel caso di scarto del documento il cedente/prestatore si deve attivare per correggere l’anomalia e procedere all’emissione del documento. L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento, n. 89757/2018 prevede che l’emittente ha a disposizione cinque giorni lavorativi, rispetto alla notifica di scarto, per emettere la fattura.