Evasione: tracciabili tutte le associazioni


Divieto di contanti sopra 516,47 euro esteso anche alle pro-loco. L’obbligo di effettuare le movimentazioni finanziarie eccedenti il limite di 516,47 euro con sistemi di pagamento tracciabili compete a tutti i soggetti che applicano il regime speciale della legge 398/91. La precisazione è contenuta nella risoluzione 102/E dell’agenzia delle Entrate del 19 novembre 2014. Così dicendo il precetto contenuto nel comma 5 dell’articolo 25 della legge 133/1999 è applicabile non solo alle società e associazioni sportive dilettantistiche ma a tutti i destinatari del regime forfettario disciplinato dalla legge 398/91 (associazioni bandistiche e cori amatoriali, filodrammatiche, di musica e danza popolare, legalmente costituite senza fini di lucro, associazioni senza fini di lucro e associazioni pro-loco).


Partecipa alla discussione sul forum.