Evasione fiscale: al setaccio delle finte onlus

di Redazione

Pubblicato il 16 febbraio 2012

E’ caccia alle finte onlus. Vari episodi sul territorio nazionale hanno fatto cattiva pubblicità alle organizzazioni non governative di utilità sociale; negli ultimi anni si sono proliferate onlus fittizie, che realizzano, in nome del bene comune, delle vere e proprie truffe ai danni di onesti cittadini che donano, nei limiti delle loro possibilità, alle organizzazioni che si spacciano operanti per il bene comune. L’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza hanno affilato le armi in tema di controlli; una delle mosse fatte è stato il modello Eas, un archivio di informazioni che insieme alle scritture contabili e agli statuti delle onlus, costituiscono un patrimonio di dati e notizie a disposizione del Fisco per attuare i necessari e opportuni controlli. Il piano di controlli del 2011 si è incentrato su quelle organizzazioni di volontariato iscritte in registri regionali o provinciali, sulle cooperative, nonché sugli agriturismi; si ipotizza con tutta probabilità una proroga anche per il 2012.