Esercizio di attività commerciale in Italia da parte di extracomunitari


Il MISE, l’8 ottobre 2014, ha pubblicato un parere riguardo l’esercizio di attività commerciale in Italia da parte di un cittadino extracomunitario. Qualsiasi imprenditore esercente un’attività commerciale ha l’obbligo, entro 30 gg. dall’avvio dell’impresa, di iscriversi al Registro delle Imprese nella circoscrizione di appartenenza; per l’iscrizione è imprescindibile possedere una residenza anagrafica. I cittadini extracomunitari devono essere muniti anche di permesso di soggiorno con finalità lavorative.


Partecipa alla discussione sul forum.