Equitalia: rinuncia all’atto di pignoramento presso terzi


A seguito di quanto stabilito dall’art. 19, co. 1-quater, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602, dopo il versamento della prima rata di un piano di dilazione, l’agente della riscossione non può proseguire con le procedure di recupero coattivo in precedenza avviate, a condizione che non si sia ancora tenuto l’incanto con esito positivo o non sia stata presentata istanza di assegnazione, ovvero il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati. Una volta definita la concessione del piano di rateazione del debito tributario ed effettuato il pagamento della prima rata, l’agente della riscossione rinuncia all’esecuzione intrapresa, liberando le somme da qualunque vincolo da esso derivante. La comunicazione di revoca della procedura di pignoramento viene recapitata via Pec.

 

 


Partecipa alla discussione sul forum.