Elenchi clienti e fornitori


In arrivo il software gratuito necessario per compilare l’elenco clienti e fornitori, la cui prima scadenza è stata rinviata a dicembre prossimo, in particolare al 31.12.2011, in luogo dell’iniziale data prevista per il  31.10.2011. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le risposte ai quesiti sul cd. “spesometro” proposti da operatori professionali e associazioni di categoria, con particolare attenzione ai criteri per l’individuazione delle operazioni rilevanti e alle modalità di trasmissione telematica dei dati. In arrivo anche il software gratuito per rendere più agevole la compilazione della comunicazione dei dati sulle operazioni rilevanti ai fini Iva di importo pari o superiore a 3.000 euro (25.000 per l’anno 2010). Lo rende noto il comunicato stampa n. 171 del 24 ottobre 2011 della stessa Agenzia delle Entrate. Confermato che non vi sono obblighi di comunicazione per le operazioni sopra i 3.000 euro (25.000 per il 2010) se queste sono state effettuate in ambito comunitario, queste movimentazioni sono già mappate attraverso i modelli Intra e i dati presenti nel sistema Vies. Per semplificare ulteriormente gli obblighi di comunicazione, migliorando la qualità delle informazioni trasmesse, l’Agenzia metterà a disposizione un software gratuito per la compilazione, che andrà ad affiancarsi al software di controllo già disponibile.


Partecipa alla discussione sul forum.

Elenchi clienti e fornitori


In arrivo il software gratuito necessario per compilare l’elenco clienti e fornitori, la cui prima scadenza è stata rinviata a dicembre prossimo, in particolare al 31.12.2011, in luogo dell’iniziale data prevista per il  31.10.2011. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le risposte ai quesiti sul cd. “spesometro” proposti da operatori professionali e associazioni di categoria, con particolare attenzione ai criteri per l’individuazione delle operazioni rilevanti e alle modalità di trasmissione telematica dei dati. In arrivo anche il software gratuito per rendere più agevole la compilazione della comunicazione dei dati sulle operazioni rilevanti ai fini Iva di importo pari o superiore a 3.000 euro (25.000 per l’anno 2010). Lo rende noto il comunicato stampa n. 171 del 24 ottobre 2011 della stessa Agenzia delle Entrate. Confermato che non vi sono obblighi di comunicazione per le operazioni sopra i 3.000 euro (25.000 per il 2010) se queste sono state effettuate in ambito comunitario, queste movimentazioni sono già mappate attraverso i modelli Intra e i dati presenti nel sistema Vies. Per semplificare ulteriormente gli obblighi di comunicazione, migliorando la qualità delle informazioni trasmesse, l’Agenzia metterà a disposizione un software gratuito per la compilazione, che andrà ad affiancarsi al software di controllo già disponibile.


Partecipa alla discussione sul forum.

Elenchi clienti e fornitori


Solo in via provvisoria per il 2006, e onde evitare ulteriori complicazioni ai contribuenti, l’invio online degli elenchi clienti fornitori è prevista il 15 ottobre 2007 (generalità) e il 15 novembre 2007 (con volume d’affari che ha consentito l’opzione per liquidazione IVA trimestrale); la scadenza regolare è, invece, il 29 aprile di ogni anno. In questa prima applicazione andranno indicati le cessioni passive d’imposta, riportando unicamente il numero di partita IVA, a regime si indicheranno tutte le operazioni per le quali è stata emessa fattura, quindi anche i clienti privati, che saranno indicati con il loro codice fiscale. Dal prossimo anno, comunque, sarà necessario munirisi per tutti anche del codice fiscale. La norma non lo prevede espressamente, ma lo si consiglia per la compilazione degli elenchi 2008 da presentare nel 2009.


Partecipa alla discussione sul forum.