E-fattura per minimi e forfettari: la conservazione

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato alcune risposte alle domande più frequenti sulla fatturazione elettronica. Dal punto di vista del flusso attivo ci si sofferma sul corretto comportamento da tenersi riguardo la fatturazione B2C (ovvero fatture emesse verso soggetti non titolari di partita IVA, compresi condomini ed enti non commerciali), nonché verso contribuenti aderenti al regime degli ex-minimi e forfettari. Da un punto di vista passivo si chiarisce il comportamento da adottare per i soggetti ex-minimi e forfettari all’atto della ricezione delle fatture elettroniche, con conseguenti obblighi di conservazione sostitutiva.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it