Diritto societario: concordato preventivo come allegato

Il decreto sviluppo modifica la disciplina del concordato preventivo cambiando l’articolo 161 della legge fallimentare. Con la modifica, il piano di concordato non deve più essere un elemento della domanda, ma un allegato e, come tale, può essere depositato anche dopo il deposito della domanda. In quest’ultima il contribuente dichiarerà la sua volontà di accedere al concordato. Gli effetti del concordato continueranno a decorrere dal deposito della domanda, incluso il divieto di azioni esecutive sul patrimonio del debitore.


Partecipa alla discussione sul forum.