Diritto fallimentare: doppia sanzione per la bancarotta


La Corte di Cassazione, sezione III penale, con la sentenza n. 18927 depositata il 20 aprile 2017 ha confermato che la bancarotta documentale può concorrere con il delitto di occultamento o distruzione di documenti contabili e
pertanto se l’imputato è già stato processato per il reato fallimentare non può invocare il “ne bis in idem” sostanziale per il procedimento relativo al delitto tributario.


Partecipa alla discussione sul forum.