DIRITTI CAMERALI: la base imponibile sui cui calcolare il diritto

Ieri si parlava dell’aumento del diritto camerale per l’anno in corso: valori che toccano incrementi percentuali davvero elevati. Oggi trattiamo della base imponibile sui cui calcolarlo. Tutte le imprese iscritte nella sezione ordinaria si devono riferire al fatturato individuato nella dichiarazione Irap 2008 (redditi 2007). Il dato si ricava sommando i valori di colonna 1 dei seguenti righi del prospetto: IQ1, IQ5, IQ6, IQ17, IQ19, IQ33, IQ34, a seconda del tipo di attività; i soggetti annotati nella sezione speciale (coltivatori diretti, società semplici agricole, società tra avvocati, ecc.) pagano il diritto in misura fissa. Gli imprenditori che decidono di non compilare il quadro Irap perché ritengono di rientrare nella fattispecie di cui alla sent. Cassazione 7734 – 7/2/2008, devono simulare il quadro Irap nei modi descritti e ricavare la base imponibile; le imprese minori terranno a riferimento il dato di colonna 4 dei valori Irap; chi compila più sezioni Irap deve sommare i dati di ciascun quadro.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it