DICHIARAZIONI: il modello cartaceo non andrà in “pensione”

di Redazione

Pubblicato il 16 ottobre 2007



Il Consiglio di Stato ha bocciato lo schema del regolamento ministeriale che prevedeva il pensionamento delle dichiarazioni dei redditi in formato cartaceo. I giudici hanno riscontrato l’assenza di una legge quadro sull’imposizione dell’obbligo. L’impatto immediato dello strumento telematico nei confronti di contribuenti “a digiuno” del mezzo, in quanto si sono sempre rivolti a banche o poste, li porrebbe in difficoltà, ed obbligherebbe al ricorso ai professionisti del settore per l’espletamento di un dovere sancito costituzionalmente.