DICHIARAZIONI DEI REDDITI: il mese di maggio apre la stagione

La stagione delle dichiarazioni dei redditi 2010 è avviata. Il mese di maggio segna lo spartiacque del periodo dichiarativo. I primi ad essere “serviti” sono i contribuenti che hanno deciso di presentare il modello 730: entro il 31 maggio, infatti, è possibile avvalersi dell’assistenza fiscale di un Caf o di un professionista abilitato, presentando il 730 unitamente alla documentazione necessaria per il rilascio del visto di conformità, costituita prevalentemente dalle attestazioni delle ritenute subite e dai giustificativi delle spese per le quali si chiede uno sconto fiscale. Chi non può presentare il 730 ha a disposizione il modello Unico, eventualmente anche nel formato mini, con la doppia scadenza del 30 giugno per la consegna del cartaceo in posta e del 30 settembre per la trasmissione telematica diretta, attraverso i canali internet o entratel, o tramite un intermediario. La presentazione del modello cartaceo è consentita solo ai contribuenti che, pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il 730, non possono utilizzarlo perché privi di un datore di lavoro o non titolari di pensione ovvero da chi ha l’obbligo di comunicare dati utilizzando i quadri RM, RT, RW e AC di Unico. E’, inoltre, consentita a chi presenta la dichiarazione dei redditi per conto di contribuenti deceduti o da chi è privo di un sostituto d’imposta perché è cessato il rapporto di lavoro.


Partecipa alla discussione sul forum.

DICHIARAZIONI DEI REDDITI: il mese di maggio apre la stagione

La stagione delle dichiarazioni dei redditi 2010 è avviata. Il mese di maggio segna lo spartiacque del periodo dichiarativo. I primi ad essere “serviti” sono i contribuenti che hanno deciso di presentare il modello 730: entro il 31 maggio, infatti, è possibile avvalersi dell’assistenza fiscale di un Caf o di un professionista abilitato, presentando il 730 unitamente alla documentazione necessaria per il rilascio del visto di conformità, costituita prevalentemente dalle attestazioni delle ritenute subite e dai giustificativi delle spese per le quali si chiede uno sconto fiscale. Chi non può presentare il 730 ha a disposizione il modello Unico, eventualmente anche nel formato mini, con la doppia scadenza del 30 giugno per la consegna del cartaceo in posta e del 30 settembre per la trasmissione telematica diretta, attraverso i canali internet o entratel, o tramite un intermediario. La presentazione del modello cartaceo è consentita solo ai contribuenti che, pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il 730, non possono utilizzarlo perché privi di un datore di lavoro o non titolari di pensione ovvero da chi ha l’obbligo di comunicare dati utilizzando i quadri RM, RT, RW e AC di Unico. E’, inoltre, consentita a chi presenta la dichiarazione dei redditi per conto di contribuenti deceduti o da chi è privo di un sostituto d’imposta perché è cessato il rapporto di lavoro.


Partecipa alla discussione sul forum.