Dichiarazioni d’intento per gli esportatori abituali

di Angelo Facchini

Pubblicato il 20 giugno 2019

Dal 1° gennaio 2020 viene semplificato l’iter procedurale relativo all’emissione delle fatture in regime di non imponibilità nei confronti degli esportatori abituali. Viene eliminato l’obbligo dell’esportatore abituale di consegnare al proprio fornitore la dichiarazione d’intento e la ricevuta di presentazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate. Cambia anche la sanzione, che sarà proporzionale e percentuale:  dal 100 al 200% dell’imposta.