Dichiarazione Iva omessa/anomala: il fisco suggerisce come rimediare


In relazione alle dichiarazioni Iva 2017 relative all’anno d’imposta 2016, il provvedimento del 3 maggio 2017 individua le modalità con cui l’Agenzia comunicherà agli interessati le incongruenze rilevate, rendendo disponibili i dati a contribuenti e Guardia di finanza. I destinatari delle comunicazioni saranno i soggetti che, secondo le informazioni presenti in Anagrafe tributaria, hanno: partita Iva attiva; presentato la dichiarazione 2016 (relativa al periodo d’imposta 2015); omesso la dichiarazione 2017 (relativa al periodo d’imposta 2016) oppure presentato la dichiarazione 2017 compilando il solo quadro VA del modello.


Partecipa alla discussione sul forum.