Dichiarazione IVA 2017: ampliate le ipotesi di reverse charge


Nella dichiarazione IVA per il 2017 si è tenuto conto delle nuove ipotesi di reverse charge introdotte nel corso del 2016. Si parla in particolare: dell’applicazione del reverse charge per le prestazioni di servizi rese dalle imprese consorziate ai consorzi di appartenenza, nei casi in cui quest’ultimi siano aggiudicatari di commesse pubbliche per le quali siano obbligatoria la fatturazione in regime di split payment (L. 208/2015); dell’applicazione del reverse charge alla cessione di consolle da gioco, tablet, Pc e computer portatili (D.Lgs. n. 24/2016).

 


Partecipa alla discussione sul forum.