Decreto Genova: esonero dal ticket licenziamento e quote Tfr delle società in fallimento

di Angelo Facchini

Pubblicato il 13 dicembre 2018

Il Decreto Genova ha previsto il riconoscimento del trattamento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale (fino a un massimo di 12 mesi) alle imprese "cessate", dove non si sono ancora concluse le procedure di licenziamento, e a quelle che la stanno cessando, ricorrendo i presupposti previsti. Il Ministero del Lavoro (circolare n. 19 dell’11 dicembre 2018) ha dato le prime indicazioni operative riguardanti il pagamento delle quote di Tfr e del ticket di licenziamento.  Le Società in procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria che fruiscono del trattamento straordinario di integrazione salariale negli anni 2019 e 2020 possono essere esonerate dal pagamento delle quote di accantonamento del Tfr. Le società in procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria che abbiano usufruito del trattamento straordinario di integrazione salariale negli anni 2019 e 2020 sono esonerate dal pagamento del ticket di licenziamento.