Decreto crescita e internazionalizzazione: le modalità per accedere al regime speciale

di Angelo Facchini

Pubblicato il 31 marzo 2016

Con il provvedimento 29 marzo 2016, l’Agenzia delle Entrate dà attuazione alla disposizione dell’articolo 16 del Dl n. 147/2015, definendo le modalità per l’esercizio dell’opzione, in alternativa ai benefici previsti dalla legge n. 238/2010, per il regime fiscale speciale destinato ai lavoratori “impatriati”, cioè trasferiti in Italia, entro il 31 dicembre 2015. L’accesso all’opzione è stato esteso a tutti i contribuenti in possesso dei requisiti per beneficiare delle agevolazioni previste dalla legge citata: lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi e titolari di attività d’impresa.  L’esercizio dell’opzione è irrevocabile, ha effetto dal 1° gennaio 2016 e per i quattro periodi d’imposta successivi, e non consente di beneficiare di incentivi o agevolazioni simili previsti da altre norme.