Dati liquidazioni periodiche Iva: Righi VP8, VP9 e VP10

Il 12 giugno è il termine ultimo (prorogato) per la trasmissione delle comunicazioni Iva. Nelle Faq dell’Agenzia sono sciolti gli ultimi dubbi. Se nel rigo VP9 del modulo di gennaio viene indicato tutto il credito dell’anno precedente, l’eventuale quota non utilizzata nella liquidazione di quel mese va riportata nel rigo VP8 del modulo di febbraio, quale credito del periodo precedente, e non nel rigo VP9 (credito dell’anno precedente); se si vuole estromettere dalla contabilità Iva (ad esempio, per utilizzarlo in compensazione tramite F24) una quota o l’intero ammontare del credito Iva risultante dalla dichiarazione dell’anno precedente, non ancora utilizzato in detrazione e già riportato nel rigo VP9 di un periodo precedente, occorre indicare l’importo da estromettere nel rigo VP9, preceduto dal segno “-”; nel quadro VP non devono essere indicati i versamenti, neppure quelli effettuati tardivamente avvalendosi del ravvedimento operoso. L’unica eccezione è rappresentata dai versamenti relativi all’Iva dovuta per la prima cessione interna di autoveicoli in precedenza oggetto di acquisto intracomunitario, da riportare nel rigo VP10.


Partecipa alla discussione sul forum.