Dati liquidazioni periodiche Iva: sciolti gli ultimi dubbi (Righi VP2, VP4, VP9)

Il 12 giugno è il termine ultimo (prorogato) per la trasmissione delle comunicazioni Iva. Nelle Faq dell’Agenzia sono sciolti gli ultimi dubbi. L’imponibile relativo alle operazioni attive con Iva a esigibilità differita va ricompreso nel rigo VP2 relativo al mese/trimestre di effettuazione dell’operazione, mentre la relativa imposta deve essere inclusa nel rigo VP4 del mese/trimestre nel quale si verifica l’esigibilità dell’imposta; in presenza di due attività (una con liquidazioni mensili, l’altra con periodicità trimestrale), se la liquidazione trimestrale viene anticipata per compensare il relativo credito con il debito risultante dalla liquidazione dell’ultimo mese del trimestre, deve essere compilato un unico modulo e l’eventuale credito residuo va riportato nella prima liquidazione mensile successiva; il contribuente non è tenuto ad indicare nel rigo VP9 di gennaio l’intero credito dell’anno precedente, se non intende utilizzarlo nella relativa liquidazione periodica. Lo stesso andrà indicato, in tutto o in parte, nel rigo VP9 dei mesi successivi, quando il contribuente vorrà usarlo. In ogni caso, il credito dell’anno precedente utilizzato in compensazione tramite F24 non va mai esposto nel rigo VP9.


Partecipa alla discussione sul forum.