Credito d’imposta per calamità: le modalità di fruizione


La legge di stabilità 2016 ha previsto il riconoscimento di finanziamenti agevolati a favore di coloro che vivono, lavorano ed esercitano attività d’impresa in territori colpiti da eventi calamitosi. Ai fine della fruizione del credito d’imposta, il provvedimento 6 febbraio 2017 del direttore dell’Agenzia delle Entrate detta le modalità operative. L’importo del credito d’imposta è ottenuto, per ciascuna scadenza di rimborso del finanziamento, sommando: sorte capitale, interessi dovuti, spese strettamente necessarie alla gestione del finanziamento agevolato. Il credito è utilizzato dal beneficiario del finanziamento per corrispondere la rate di rimborso. Il soggetto che ha erogato il finanziamento (la banca) recupera l’importo della sorte capitale e degli interessi, e le spese connesse, mediante compensazione, tramite modello F24.


Partecipa alla discussione sul forum.