Costi da reato: ampliata la norma delle imposte sui redditi all’IVA


La legge 44/2012 ha riscritto il comma 4bis dell’art. 14 della Legge n. 537/1993, modificando la disciplina della indeducibilità dei costi da reato e ampliando la norma dalle imposte dirette all’IVA. Si legge: “non sono ammessi in deduzione i costi e le spese relativi a beni e prestazioni di servizio direttamente utilizzati per il compimento di atti e attività qualificabili come delitto non colposo, per il quale il pubblico ministero abbia esercitato l’azione penale o il giudice abbia emesso il decreto che dispone il giudizio del contribuente ovvero la sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione del reato”. Ad oggi, però, mancano dei chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate al fine della corretta applicazione delle disposizioni.


Partecipa alla discussione sul forum.