Costi black-list: nessun favor rei per violazioni ante 2016

Le novità apportate dalla revisione della disciplina costi black-list, dispone che a partire dal periodo d’imposta 2016, è consentita la deducibilità integrale di tali costi, sono eliminati gli elenchi tassativi degli Stati o territori a fiscalità privilegiata, decade l’obbligo della separata indicazione in dichiarazione dei costi black list e il relativo regime sanzionatorio. In merito a quest’ultimo aspetto, nella circolare n. 39/E/2016 l’Agenzia delle entrate spiega che non trova applicazione il favor rei per le violazioni commesse ante 2016.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it