Corte di Cassazione: vale la notifica di una cartella di pagamento fatta a un soggetto diverso dal rappresentante legale


La sentenza n. 24259 del 18 novembre 2011 della Corte di Cassazione, attesta la validità della notifica di una cartella di pagamento relativa a una società, fatta tramite il servizio postale, ad una persona diversa dal rappresentante legale. E’ consentito dalla legge, con disposizioni estensibili alle persone giuridiche, di consegnare il plico presso la sede sociale, oltre che al legale rappresentante, ad altra persona addetta. Pertanto, laddove il conferimento del compito di ritirare l’atto sia stato dichiarato dalla persona cui viene effettuata la consegna e che sottoscrive l’avviso di ricevimento, l’agente postale è dispensato da ulteriori accertamenti, determinando questa dichiarazione la presunzione, fino a prova contraria, dell’effettiva esistenza dell’incarico, senza deleghe formali e continuative.


Partecipa alla discussione sul forum.

Corte di Cassazione: vale la notifica di una cartella di pagamento fatta a un soggetto diverso dal rappresentante legale


La sentenza n. 24259 del 18 novembre 2011 della Corte di Cassazione, attesta la validità della notifica di una cartella di pagamento relativa a una società, fatta tramite il servizio postale, ad una persona diversa dal rappresentante legale. E’ consentito dalla legge, con disposizioni estensibili alle persone giuridiche, di consegnare il plico presso la sede sociale, oltre che al legale rappresentante, ad altra persona addetta. Pertanto, laddove il conferimento del compito di ritirare l’atto sia stato dichiarato dalla persona cui viene effettuata la consegna e che sottoscrive l’avviso di ricevimento, l’agente postale è dispensato da ulteriori accertamenti, determinando questa dichiarazione la presunzione, fino a prova contraria, dell’effettiva esistenza dell’incarico, senza deleghe formali e continuative.


Partecipa alla discussione sul forum.