Corte di Cassazione: l’omesso avviso annulla la cartella


La Corte di Cassazione ha diffuso una sentenza, la n. 6800/15, depositata in cancelleria lo scorso 2 aprile, con interessanti conclusioni riguardo l’atto di riscossione. Per le cartelle emesse ai sensi degli articoli 36-bis del dpr 600/73 e 54-bis del dpr 633/72, l’omesso invio dell’avviso bonario può rappresentare motivo di nullità dell’atto di riscossione. L’omissione determina la nullità della cartella nei casi in cui sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione (es.: crediti non spettanti, perché compensati), mentre risulta irrilevante quando il recupero tributario nasce dalla mera discordanza tra quanto dichiarato e quanto versato. Nel caso in cui una stessa cartella, siano contenute delle riprese derivanti da omessi versamenti, ed altre imputabili alla negazione di crediti esposti in dichiarazione, l’omesso invio dell’avviso bonario determina la nullità parziale dell’atto esattoriale, che è valido per la parte in cui recupera i mancati pagamenti, e nullo per la parte che concerne il recupero crediti.


Partecipa alla discussione sul forum.