Corte di Cassazione: le spese di ristrutturazione dei locali sede dell’attività di impresa sono deducibili


Secondo la sentenza n. 17421 del 30 agosto 2016 della Corte di Cassazione,  le spese di ristrutturazione dei locali sede dell’attività di impresa sono deducibili. Si accoglie così il ricorso di un imprenditore proposto nei confronti dell’Agenzia delle Entrate con riferimento a avvisi di accertamento per IRPEF, IRAP e IVA riferiti a maggiori ricavi imputati in seguito alla “non inerenza” di alcuni costi. In particolare veniva esclusa la deducibilità delle spese di ristrutturazione e adattamento dei locali in cui veniva esercitata l’attività di impresa in quanto tali costi facevano capo al proprietario e non al comodatario.

 

 


Partecipa alla discussione sul forum.