Corte di Cassazione: IVA e contabilizzazione per abbuoni, sconti, premi e omaggi

La Corte di Cassazione – sentenza n. 21182 dell’8 ottobre 2014, ha confermato che, ai fini dell’Iva, è necessario distinguere gli sconti o abbuoni ai clienti dai premi di fine anno o fedeltà. Solo i primi consentono di recuperare l’Iva, mediante l’emissione della nota di variazione ai sensi dell’art. 26, co. 2, DPR n. 633/1972; i secondi, invece, sono esclusi dal campo di applicazione dell’Iva, in quanto contributi autonomi, che non incidono direttamente sul prezzo originario del bene o servizio fatturato.


Partecipa alla discussione sul forum.