Corte di Cassazione: interpretazione nell'ambito del transfer pricing

Secondo un principio ribadito dalla Corte di Cassazione nella sentenza 8130/2016, ai fini della disciplina del transfer pricing, non è applicabile la nozione di controllo societario prevista all’articolo 2359 del C.C. perché, in assenza di un richiamo espresso nella norma, vale un’interpretazione più ampia riferita all’impresa e non solo alla società.

Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it